Via interessante di stampo classico, abbastanza logica,le soste sono attrezzate anche se non perfettamente una via non difficile, storica e sicuramente consigliabile.
DATI TECNICI
• Aperta da Lino D'Angelo, Enrico De Luca e Dario Nibid, 1 settembre 1974
• Prima ripetizione: Fabrizio Antonioli e Paolo Caruso, 1 luglio 1977
• Prima solitaria: Pierluigi Bini, giugno 1978
• Materiale necessario: normale dotazione alpinistica
AVVICINAMENTO E ATTACCO:si prende il sentiero Ventricini e lo si lascia quando questo giunge attraversa il vallone proprio sotto la Spalla. L'attacco è dietro la grossa lama staccata alla base della perete.
Si attacca proprio dietro al masso staccato (non si può sbagliare) vicino alla parete, si sale più o meno dritti (una cless. e uno spit vecchio, V) a prendere una fessurina (V) che ci porta dentro una sorta di canalino/rampetta; dove questo diviene fessura c'è la sosta (45 m c.; attualmente 2ch+ sasso incastrato nella fessura a dx).
Si prosegue a dx per la caratteristica fessura a "Z" (attenzione: probabilmente non conviene stare troppo dentro, meglio più esterni)(IV+), dove piega a sx si lascia, amdando a scavalcare una "costola" e per placchetta (IV+) si entra in una altro canaletto facile, al cui termine si può sfruttare la sosta spittata di una vicina via moderna (40m c.). Si monta sul pilastrino che ci sovrasta e poi seguindo i punti di debolezza sulla sommità dell'avancorpo.

DISCESA
In doppia sulla via "Sua mollosa Grossezza" aggirando il masso,oppure a piedi nel canale Bonacossa risalendo gli ultimi tiri delle Due Generazioni o della Morandi Consilio

Aquilotti 74

 

Pubblicato in Alpinismo

La “Giornata della Guida di montagna in Abruzzo” prevista per DOMENICA 2 GIUGNO 2013 prevede lo svolgimento, in contemporanea su tutto il territorio regionale, di un insieme diEVENTI GRATUITI finalizzati all’accompagnamento su percorsi escursionistici ed alpinistici o all’organizzazione di visite guidate in strutture turistiche di interesse naturalistico e/o culturale (musei, centri visita, aree faunistiche, ecc.). Ad organizzare localmente ciascun evento saranno tutti gli Accompagnatori di Media Montagna e le Guide Alpine iscritti al Collegio.

L’evento ha come scopo principale la promozione delle due principali figure professionali rappresentate dall’Accompagnatore di Media Montagna e dalla Guida Alpina così come definite dalla L.R. 16 settembre 1998 n.86.

263391 10200721404029965 1233353908 n

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 01 Agosto 2013 00:00

Salento Climbing Fest

Dal 26 agosto al 1 settempre, la; dove fi nisce la terra e comincia il mare, avrà nuova vita il Salento Climbing Fest, un'evento legato all'arrampicata a 360° e a tutte le sue nette sfumature. Il SCF vivrà in stretta simbiosi con il territorio che lo ospita, tradizione, cultura, arte, enogastronomia, musica, saranno gli elementi trascinanti, sapientemente miscelati all'incredibile contesto paesaggistico.

Pubblicato in Falesie
Mercoledì, 05 Giugno 2013 00:00

BlockArti Vol.3 - Penne

Segnaliamo con piacere un evento che si terrà il 22 Giugno 2013 nella cittadina di Penne che prende il nome di BlockArti. In bilico tra bouldering e climbing, il progetto è quello di portare l’arrampicata in contesti urbani, in particolare all’interno del piccolo e pittoresco borgo di Penne , in provincia di Pescara.

 

Pubblicato in Eventi
Domenica, 12 Maggio 2013 19:17

WILD CLIMB Partner 2013 di Abruzzo Verticale

In questo primo anno di attivita', la WILD CLIMB ha deciso di appoggiare il nostro progetto diventanto nostro partener...per chi ancora non lo conoscesse, questo marchio e' 100% Made in Italy e nasce dall'esperienza decennale nel campo delle scarpette d'arrampicata...

WildClimb, un nuovo modo di pensare, fa parte del gruppo M&M Calzaturificio s.r.l. di Montebelluna (TV), si avvale di una esperienza di oltre 25 anni nella produzione di scarpe da montagna a 360 gradi … e risuolature di tutte le marche e modelli presenti sul mercato!

M&M Calzaturificio s.r.l. ha sempre lavorato per aziende leader sul mercato internazionale di vari campi tecnici e ciò da quasi 30 anni. Oltre a svolgere sempre in maniera seria e meticolosa il nostro operato è la passione il filo conduttore del nostro lavoro. Questo ci ha portato a testare nei nostri laboratori i materiali più all’avanguardia, di utilizzarli e di metterli ai piedi dei nostri migliori amici e atleti. Esperienza sul campo e esperienza in laboratorio sono una fusione indistricabile che ci porta a continui miglioramenti.

Così, accomunando amicizia, professionalità e passione per il nostro mestiere abbiamo deciso di percorrere un nostro cammino.

Grazie WILD CLIMB per la fiducia!!!

 

Pubblicato in Eventi

Pescara. Il prossimo sabato 18 maggio a Pescara si terranno le qualifiche per il Rockshow 2013. Il Salewa Rockshow è giunto quest’anno alla sua quinta edizione. L’evento internazionale di arrampicata si è ormai fatto un nome all’interno della comunità dei climber offrendo ai partecipanti la possibilità di gareggiare uno contro l’altro e vivere ineguagliabili emozioni in parete.

Al vincitore del Salewa Rockshow un “climbing trip” davvero unico in uno dei luoghi di arrampicata più prestigiosi al mondo. La manifestazione attira ogni anno centinaia di climber, così tanti che sono necessarie le qualifiche. Gli atleti italiani che vogliono accedere alla tappa nazionale dovranno infatti partecipare ai cosiddetti “RockCalling”: il prossimo appuntamento è a Pescara per sabato 18 maggio. Quasi nessun’altra disciplina si è sviluppata così velocemente negli ultimi anni come l’arrampicata sportiva. Quello che la rende così straordinaria è una community in costante crescita: climber cittadini si integrano e interagiscono con quelli di montagna. Da questo mix si genera un lifestyle unico, caratteristico proprio dell’arrampicata: “cool and relax”, ma al tempo stesso ambizione e coerenza. Il Salewa Rockshow rappresenta per la comunità un palcoscenico unico nel suo genere che offre la possibilità, oltre che di una sfida sportiva, di un confronto reciproco all’interno del quale si generano spesso nuove amicizie.

 Ma come nella vita vera, anche al Rockshow non si regala niente a nessuno. Chi vuole raggiungere la finale, deve superare tre fasi per poter competere contro i vincitori degli altri Paesi europei. I concorrenti vengono da Austria, Germania, Italia, Svizzera, Francia, Spagna e Repubblica Ceca. E da quest’anno si aggiungono Asia, Corea del Sud e Cina, località dalla quale provengono alcuni climber fra i più forti al mondo. In tutti i Paesi, la via verso la vittoria passa per tre fasi: ogni Paese organizzerà delle competizioni locali da cui usciranno i nomi degli sfidanti per la finale nazionale, i cosiddetti RockCalling. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 18 maggio a Pescara. L’evento, organizzato in collaborazione con il punto vendita King Line, si svolgerà a partire dalle 10.30 sui muri di arrampicata della palestra Blockhaus Climbing Garage di via Marco Polo. Sarà possibile per tutti mettere in luce le proprie qualità su percorsi boulder (arrampicata su massi di 5-6 metri di altezza massima). I partecipanti dovranno conquistare il fatidico “sì” da parte di una autorevole giuria. La commissione giudicante, infatti, sarà composta da alcuni membri del Team Salewa, oltre che da personale qualificato sia del punto vendita che della palestra d’arrampicata.

La tappa sarà inoltre animata da musica e da uno sfizioso spuntino per tutti gli intervenuti. Ci si può iscrivere on-line all’indirizzo www.salewa.com/rockshow o presso il negozio King Line. I climber che riusciranno a primeggiare durante i RockCalling potranno partecipare alla tappa italiana del Salewa RockShow al fianco degli atleti del Salewa alpineXtrem team, ai giornalisti di settore che seguiranno in prima linea l’evento e allo staff dell’azienda. RockShow: cornice esclusiva della finale italiana del RockShow sarà la Val Gardena. Proprio sulle pareti altoatesine della Città dei Sassi, dal 14 al 16 giugno, saranno incoronati i “Climber of the Day”, un maschio e una femmina che avranno diritto di accedere alla finale del Rockshow che si terrà il 18 e 19 luglio presso la palestra di arrampicata Salewa Cube di Bolzano. Durante la gara i finalisti avranno la chance davvero unica di misurarsi con i climber internazionali del team Salewa alpineXtrem come il campione di boulder Rustam Gelmanov. La competizione eleggerà il “Climber of the Tour” che sarà premiato per i suoi sforzi con un viaggio in una delle più rinomate e amate destinazioni di arrampicata del mondo e con un contratto di sponsorizzazione Salewa People.

Pubblicato in Alpinismo
Lunedì, 03 Dicembre 2012 21:07

Inserite tutte le Falesie Mancanti!!!

Sono appena state inserite tutte  le falesie della prov. di Chieti & L'Aquila...adesso mancano solo le Fotogallery e poi siamo al completo...work in progress!!!

Pubblicato in Falesie
Mercoledì, 21 Novembre 2012 19:33

WORK IN PROGRESS

Finalmente siamo online con questo nuovo progetto per dare risalto a tutto ciò che riguarda l'arrampicata in Abruzzo..che sia in palestra indoor, in falesia o in alta montagna! Al momento stiamo lavorando per offrire un servizio con piu' informazioni possibili su questa attitudine a ricercare la verticalita' attaccati ad una corda nella regione abruzzo...abbiamo come obbiettivo di coinvolgere tutti gli utenti ad inserire schede, report e video: in questa prima fase saremo pieni di errori e di problemi ma piano piano diventeremo operativi e sempre piu' stabili...nel frattempo non perdeteci di vista!L

Lo staff di AbruzzoVerticale.


 

Pubblicato in Eventi
Lunedì, 19 Novembre 2012 22:14

VIDEO: Corno Piccolo - ISKRA

E' una via aperta da Franco Cravino e Roberto Tonini l’11 Settembre 1966. Facile, su roccia buona. Di solito viene proposta nei corsi delle scuole di alpinismo perchè facilmente accessibile e con poche difficoltà. Consigliabile a chi inizia ad arrampicare oppure se si ha poco tempo.
DATI TECNICHI
Sviluppo: meno di 200 m, roccia buona.
Attrezzatura consigliata: 6 rinvii, quache friend, cordini (diverse le clessidre che si incontrano)
Difficoltà: fino al V-
ACCESSO
Dal ventricini, all'altezza del secondo canale si inizia a salire. Guinti sotto le prime paretine si traversa verso destra (masso isolato) e per tracce di sentiero si contina ad obliquare fino ad un marcato canale. Si risale la dorsale di destra per prati poi si traversa brevemente verso sinistra per arrivare all'attacco.
DISCESA
Una volta arrivati in cima si traversa a destra (segni di passaggi) fino a prendere il marcato canale. Lo si segue sul fianco sinistro (masso incastrato, chiodo per doppia). Sempre dentro il fondo del canale si superano dei brevi saltini (I pass di II), dove si fa più difficile si può aggirare sulla destra. Giunti ad un grosso masso incastrato, quasi sul fondo del canale, si sale sopra al masso e si traversa verso sinistra a prendere delle rampe erbose fino alla base della parete.
L1: 35 metri, III+, sosta (S1) con 3 chiodi.
L2: 60 metri, IV+, 2 chiodi lungo il tiro, sosta (S2) con 1 spit + 1 resinato.
L3: 55 metri, IV+, sosta (S3) sulla destra del diedro (guardando la parete) su un terrazzo (masso incastrato).
L4: 35 metri, passo di V-, friend incastrato, sosta (S4) con 1 chiodo + 1 resinato:
(Dal terrazzo riportarsi verso sinistra (guardando la parete) per riprendere il diedro, che ora si fa più stretto: passo di V- ad incastro, un po’ faticoso).
L4 variante: 35 metri, II grado:
Dal terrazzo traversare orizzontalmente verso destra (guardando la parete) sfruttando una piccola cengia che conduce facilmente dentro il Camino di Mezzo.

Pubblicato in Video
Mercoledì, 14 Novembre 2012 14:10

VIDEO:Corno Piccolo - Attenti alle Clessidre

Salita semplice,piacevole,su roccia stupenda.
Portare diversi cordini e qualche dado, attenzione a non confondersi con le altre vie sulla sinistra.
L'attacco si raggiunge per prati molto ripidi fino ad entrare nel canale Sivitilli;iniziare a salire le placche inclinate sulla destra (circa 2,15 h dal "Balcone").
L1 si sale la placconata un pò sulla dx (Cless.),fino ad una scomoda sosta (45m , III+)
L2 proseguire 10m fino ad una cengia con cless.;su dritti,poi deviare leggermente prima a dx,quindi a sx,puntando al centro della placca,fino ad una sosta con Cless. (30m , IV)
L3 A sx 2m,poi dritti in placca ad una cengia (40m , IV , Ch.)
L4 Sulla sx,prima per un diedrino,poi per placca,deviando un pò a dx ( passo chiave : si tratta di superare da sinistra verso destra(2 clessidre) una ripida placca che immette, sulla sinistra, alle facili placche finali.
(IV+ , Cless.)
L5 Si continua con minori difficoltà salendo fin dove la placconata si inclina (40m , sosta con Cless.) 
Per facili placche si esce
Per la discesa prendere la via del Canalone(quello più a destra del canale Sivitilli) e con un pò di attenzione raggiungere il sentiero Ventricini e di qui, per la cresta dell'Arapietra fino al "Balcone".
L'alternativa è proseguire fino in cima e scendere per la ferrata Danesi.

Pubblicato in Video
Pagina 3 di 5