Falesie

Falesie

Venerdì, 16 Giugno 2017 17:29

Gole di Fara San Martino

Scritto da

In una calda giornata di metà Giugno, abbiamo deciso di fare un giro nella falesia delle Gole di Fara San Martino (Chieti) visto che era da tanto tempo che volevamo farlo ma non riuscivamo mai a scegliere la giornata adatta... "cotta e magnata" in mattinata abbiamo deciso di andare finalmente a scalare in questo posto!

20170613 120518

Arrivati al paese di Fara San Martino bisogna seguire le indicazioni per le famose Gole, anche se, sono ben visibili già prima di entrare nell'abitato; finita la strada asfaltata si prosegue su un percorso brecciato fino ad un ampio parcheggio dove si puo' comodamente lasciare l'auto e iniziare il breve avvicinamento alle pareti rocciose: sentiero CAI H1.

20170613 121111

La falesia inizia proprio a ridosso delle Gole e in poche centinaia di metri arriva poco oltre il monastero sepolto; si puo' suddividere la falesia in cinque settori che a seconda dell'orario e della stagione si possono trovare al sole o in ombra, ma anche nelle giornate estive non troppo calde e' possibile scalare nei settori che si trovano in ombra.

La roccia e' il caratteristico calcare Abruzzese,compatto con tacche, goccine, svasi e passaggi d'aderenza. Le vie sulla roccia "gialla" sono un po scivolose per via della qualita' della roccia stessa ma pursempre linee molto belle ed impegnative.

20170613 12572620170613 125802

A seguire la descrizione dei settori della falesia. 

SETTORE GOLE: lo troviamo appena si arriva nelle gole a venti metri circa dal parcheggio dove inizia il vero e proprio sentiero che attraversa le gole e porta a Monte Amaro

SETTORE MONASTERO: si trova ancora prima di uscire dalle gole subito dopo la caratteristica strettoia tra le rocce; questo settore ha le vie sia a destra che a sinistra

20170613 121246

20170613 125917

20170613 125955

Le oltre 100 vie sono molto belle partendo dalle linee semplici ma mai banali, fino ai tiri piu' duri... la potenzialita' di nuove vie é altissima vista la presenza di ottima roccia ancora vergine.

SETTORE MURETO: sempre lungo il sentiero, subito dopo il Monastero, si va per un po in salita in salita e subito sulla destra ci sono le prime vie, le altre le troviamo nella parte opposta vicino ad un recinto di pastori.

SETTORE PIZ DE SAN MARTINE: continuando sempre sullo stesso sentiero, a circa 200 metri dopo il settore MURETTO, sulla destra.

20170613 132901

20170613 140809

20170613 142415

SETTORE CHIETI: lo troviamo fuori dalle gole,a circa 100 metri dalla parte opposta del parcheggio verso Nord; subito dopo la staccionata che porta al sentiero verso le Gole e Monte Amaro si gira a destra risalendo una stradina brecciata per 30 metri fino ad arrivare sotto alle vie.

SETTORE CHIESETTA: si trova sopra la chiesetta dell' Uliveto risalendo per circa 50 metri.

20170613 142613

20170613 145712

WhatsApp Image 2017-06-13 at 21.57.1220170613 145757

Sicuramente una falesia da tornare a visitare per provare gli altri bei tiri che non siamo riusciti a fare a causa del sole battente...

Nella Home Page e' possibile visionare tutta la descrizione tecnica della falesia e scaricare la guida delle vie.

 

 

 

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT

Giovedì, 08 Giugno 2017 18:08

Falesia di Ovindoli - Valle D Arano

Scritto da

Siamo stati a visitare una delle ultime falesie nate in Abruzzo; alle pendici di Monte Magnola e' stata spittata una bella falesia di calcare con tanti stili di arrampicata... la parete rocciosa ci offre al momento 22 vie, ma ci sono potenzialità per altri bei tiri. Per la scheda completa della falesia visitate la sezione dedicata...

Ovindoli 01

Ovindoli 03Ovindoli 02

Grazie all'esposizione, alla quota di 1300 mt e alla posizione immersa in un bosco, é possibile scalare anche durante le calde giornate estive 

Ovindoli 04

Potremmo suddividere la falesia in due parti: una fascia di sinistra in ombra per tutta la mattinata dove ci sono parecchie vie di scaldo ottime anche per i corsi visto i gradi anche molto bassi... da non perdere la prima via a sinistra; un bel 6B+ protetto a regola d'arte!!! Ed una fascia di destra dove troviamo le vie piu' lunghe ed impegnative dove raccomando di stare un po attenti ai passaggi sulle cengette...

Ovindoli 05

Ovindoli 06

Ovindoli 07

A causa della giovane età la falesia ha ancora qualche zona un po sporca ma con il tempo e la frequentazione tutte le vie saranno sicuramente al top. 
Si consiglia di portare 14 rinvii soprattutto per le vie del settore di destra dove su alcune vie bisogna fare la manovra in catena.

Ovindoli 08

Ovindoli 09

Ovindoli 10

E' una falesia che vale sicuramente la pena di visitare, lo stile di scalata e' molto vario e il grip e' ottimo! La vicinanza dal parcheggio la rende molto comoda e ben segnalata! Proprio per la varieta' di stile consiglio di provare anche i quinti di scaldo che non sono pernulla banali.

 Ovindoli 11Ovindoli 12

Sicuramente torneremo a fare un altra visita alla falesia di Ovindoli!!! 

Ovindoli 13Ovindoli 14

Ovindoli 15Ovindoli 16

 Buona scalata e potete trovare tutte le info e la lista delle vie sulla sezione dedicata alle falesie abruzzesi sul menù.

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT

Martedì, 16 Maggio 2017 19:02

San Panfilo D'Ocre

Scritto da

Ai piedi del Monte Ocre, immersa in una natura incontaminata, si erge la piccola ma bellissima parete della falesia di San Panfilo D'Ocre

00

 Scoperta da Maurizio Felici nel verde dei prati abruzzesi, la falesia si presenta su un caratteristico fungo di calcare dove la scalata e' prettamente di tecnica e le linee non sono mai banali.

02
Manuela su Vegal 

 In una calda giornata di primavera abbiamo deciso di fare una visita a questa falesia che volevamo vedere gia' da tanto tempo, ma ci spaventava un po la media di difficolta' dei gradi delle vie... si parte da un 5c di scaldo per arrivare, in 14 vie fino all 8a

03

 04
Manuela su M.R.

05
Manuela su M.R.

L'arrampicata é sempre di tecnica con passaggi d'aderenza sul fantastico calcare grigio e rosso su tacche e prese svase; già durante il riscaldamento si capisce qual'e' la musica in questa falesia.

06
Manuela su Metamorfosi

07
Manuela su Metamorfosi

Il settore e' unico ma ha varie esposizioni e si puo' scalare sia al sole che in ombra nelle giornate calde a seconda dell'orario  

08
Manuela su Metamorfosi

09
Manuela su J.Evola

09a10

Metamorfosi + J.Evola

1112
"Tantra" 

13
Sul passaggio chiave di Tantra

Immersi nel verde piu' assoluto non e' difficile fare incontri con gli abitanti del luogo che curiosi vengono a guardare cosa combinano questi strani umani nel loro mondo

14

 Un innocuo Cervone viene a farci visita per poi sparire in tutta tranquillità 

16

Sicuramente questa piccola falesia merita più di una visita per provare tutti i tiri duri che offre la roccia!!!

 

 

 

 

Venerdì, 28 Aprile 2017 19:30

Lago di Scanno: restyling e nuove vie

Scritto da

Siamo andati a fare visita anche alla scenografica falesia del Lago di Scanno che sorge proprio alle sue pendici  a pochi minuti di avvicinamento; anche qui ci sono stati dei restyling delle vecchie vie con l'apertura di nuovi tiri... siamo passati dagli 8 vecchi a 19!!! E' possibile scaricare l' elenco delle vie nell'apposita scheda falesia nel nostro sito WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT 

20170424 10510320170424 113158

20170424 113426

La falesia offre bellissime placche di calcare grigio lavorato con gradi che vanno dal 5b al 7a+, tutte le vie sono ben protette e le soste di calata sono tutte  nuove con moschettone, dalle quali, arrivati incima alla via si puo' godere della splendia vista del lago incanstonato tra le montagne abruzzesi. 

20170424 12533520170424 130051
Manu su "La Streceneta"

20170424 134338
Manu su"La Ruva dej Chechecce"

20170424 134515
Manu su"La Ruva dej Chechecce"

Arrivati al lago di scanno la falesia e' ben visibile sul lato nord, avvolta in estate dal bosco sottostante e si consiglia di visitarla in periodi non troppo caldi, vista l'esposizione al sole per gran parte della giornata.

20170424 13504520170424 151045

IMG-20170424-WA0012IMG-20170424-WA0014

Vale davvero la pena di fare una visita a questa caratteristica falesia...

20170424 152419

20170424 161030

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT  #ABRUZZOVERTICALE

 

La falesia di Capestrano, in provincia di L'Aquila, ha avuto un restyling delle vecchie vie con l'aggiunta di nuovi bei tiri nel settore basso; siamo andati a visitarla quasi per caso alla ricerca di un posto tranquillo lontano dai climber della pasquetta e abbiamo notato che rispetto alle vie che avevamo nella guida erano nati altri bellissimi tiri...
Capestano 01

La falesia e' composta da tre settorini, di cui uno distaccato sulla sinistra con solo due vie, di calcare molto compatto prettamente su placca con soste di calata e fix nuovi

Capestano 02Capestano 03

 Le vie sono molto belle di continuita' su tacche e goccine con passaggi di aderenza, anche se le vie sono poche, ci sono anche tiri belli lunghi fino a 33 metri

Capestano 05

Capestano 06

Capestano 04

Nella scheda principale abbiamo aggiornato la lista delle vie, anche se si trovano scritte in bella vista sotto ogni via

Capestano 07

Capestano 08

NUOVA SCHEDA DELLE VIE

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT

Sabato, 30 Luglio 2016 13:11

Nuove falesia Monte Orsello - Campo Felice

Scritto da

Presentata da poco al popolo dei climbers, la nuova falesia di Monte Orsello presso la piana di Campo Felice. La falesia si presenta come una fascia rocciosa a blocchi di calcare molto compatto caratterizzata da strutture separate tra loro immerse in un bosco con panorama mozzafiato. A fine articolo troverete le indicazioni di come raggiungerla

Giovedì, 02 Luglio 2015 19:29

Manovra in sosta senza ghiera

Scritto da

Alla luce di alcuni fatti sconcertanti che vedo succedere sempre piu' spesso in falesia come il furto, sulle soste, dei moschettoni di discesa, propongo per chi non ne fosse gia' a conoscenza un'importantissima manovra che dovrebbe essere insegnata/appresa prima di decidere di cominciare a scalare da primi: la Manovra Petzl o Manovra in sosta senza ghiera...a fine articolo anche un piccolo video esplicativo per chi avesse qualche dubbio con le descrizioni a seguire. 

Martedì, 24 Dicembre 2013 11:37

"Il Porcellum" @ Fano Adriano

Scritto da

E' il 22 Dicembre, e alle porte del Natale in Abruzzo ancora si arrampica in falesia a maniche corte. Nella Falesia di Fano Adriano (TE) c'e' un nuovissimo multipich: "Il Porcellum" provato a pochi giorni della spittatura.

Studiato e creato dalle menti di Gianluca Di Benedetto e Paolo De Laurentis, si aggiunge alle altre vie a piu' tiri di Fano Adriano e si compone di 4 belle linee per un totale di circa 100 mt forse piu' che meno: parte a sinistra della vicina via chiamata "7F" per finire sulla stessa sosta finale in cima alla falesia.

01

02

Il Primo tiro gia' ci avverte del grado della via: su roccia ancora sporca a causa della recentissima spittatura si traversa verso sinistra, su placca, tacchette e scaglie fino alla chiusura ben ammanigliata,  fino alla prima sosata. Grado? Siamo sul 6A.

03

Manuela sul traverso del primo tiro

04

Dalla sosta si riparte subito con due bei monoditi in verticale per piegare leggermente a sinistra per 30 metri... qui il gioco si fa un po meglio ma non piu' facile, perche' lungo la via troviamo anche belle ronchie da tirare ma anche passaggini in aderenza non del tutto da ridere...per il grado siamo molto vicini al precedente; forse a causa della presenza dei bei maniglioni anche qualcosa in meno: diciamo un bel 5C+ 

05

06

Manuela "spalmata" in placca sul secondo tiro

07

08

Dalla sosta del secondo tiro parte un collegamento segnalato da una corda fissa, su "facile prato" fino ad arravare al secondo corpo roccioso in alto a sinistra che ingloba gli altri due tiri sempre su roccia bellissima, anche se ancora un po polverosa e sporchina a causa della giovane eta'.

09

La partenza del terzo tiro

10

Il terzo tiro gradato dagli apritori 6A+, e' quello piu' difficilino perche' comprende un passaggino delicato su placca a mio avviso di 6B pieno, per il resto e' ben protetto e molto divertente.

11

Stefano, Fabio e Massimo sul terzo tiro

12

I due tiri, con un po di cautela nell'allungare le protezioni nei punti di curvatura, possono essere uniti con un unico tiro con una corda di almeno 70 mt per saltare la sosta tra il 3° e 4° che e' abbastanza aerea...

13

14

Appesi alla sosta del terzo tiro.

15

Manu sul passaggio chiave del terzo tiro

16

17

Il quarto tiro e' quello defaticante che porta alla fine della via: siamo sul 5C ben ammanigliato ma perniente banale... se si sbaglia l'interpretazione della linea si finisce su placche lisce di grado bello alto!!! Questo tiro mette alla prova l'intelligenza verticale per sconfiggere la parete nel suo lato piu' debole!!!

18

Manu mi assicura appesa alla sosta del 3° tiro.

19

...e dopo questi bei tiri si arriva incima alla parete rocciosa su una sosta sotto ad un grosso masso molto comoda!!!

20

Per uscire dalla via si puo' optare per un sentierino un po aereo a sinistra del masso oppure si puo' continuare ad arrampicare ancora per qualche metro proprio addosso al masso (sempre protetti da spit).

21

Per tornare a valle basta seguire l'intuitivo sentiero in cresta che curva a sinistra segnalato da piccoli omini di pietra.

22

23

24

Si scende giu' per un brecciaio che si ricongiunge alla discesa dell'altro multipich "gli alberelli" e si torna al punto di partenza in pochi minuti di cammino.

25

Quando siamo riscesi dalla via abbiamo trovato Gianluca che stava appena liberando l'ultimo progetto "Goccia d'Argento": seconda libera dopo quella di Paolo qualche giorno prima.

La via e' consigliatissima a chi ama le vie a piu' tiri e non ha paura di trovarsi in ambiente "montano", le soste sono tutte ben attrezzate con catena e moschettone e in caso di "rinuncia" i primi due tiri possono essere scesi in moulinette con una corda da 80 Mt in un unico tiro e tra gli altri due tiri, Paolo ha attrezzato un percorso protetto da corde fisse che porta fino alla cima dove c'e' il sentiero.

BUON DIVERTIMENTO!!!

 

 

 

 

Mercoledì, 17 Luglio 2013 00:00

Arapietra - Al cospetto del Paretone

Scritto da

Da poco tempo e' nata una nuova Falesia proprio ai piedi del Paretone del Gran Sasso; e' sicuramente tra le falesie piu' alte del centro Italia con i sui 1800 metri circa caratterizzata dall'ottimo calcare appenninico che caratterizza l'arrampicata sul Gran Sasso d'Italia.

Questa falesia nasce dalla buona volonta' di Gianluca di Benedetto, Pino Sabbatini e Paolo De Laurentis, volti molto noti nel panorama alpinistico del centro Italia. L'inizio di questo progetto e' partito da poco piu' di un anno proprio a cura di Pino e Paolo e poi continuato da Gianluca che anche ieri era presente in "falesia" con il trapano e il piede di porco a provare nuove linee e a liberarle dai massi pericolanti.

 La via Ungoliant, di Roberto e Giuseppe Barberi, aperta il 18 maggio del 1986 (i primi quattro tiri) e il 6 settembre 1986. E' come molte delle vie dei fratelli Barberi (Medio Verme e Gaston, per tutti gli amici alpinisti), una bella via, logica e di stampo classico.Insieme al loro compagno di scalate abituale, Paolo Abbate, i fratelli pestiferi sono famosi sia per le loro linee alpinistiche, sia per le doti di scalatori, forti, determinati e con un bell' intuito. Oltre a questo è proverbiale la loro metodica nelle aperture, insomma, per farla breve, erano un po lenti.

NEWS

  • Pino's Day 2015
    Pino's Day 2015 A Prati di Tivo,il 27 dicembre 2015 ci sara' la giornata dedicata al ricordo del compianto Pino, scomparso l'inverno scorso…
  • Campo Imperatore - Spring Session 2015
    Campo Imperatore - Spring Session 2015 Anche quest'anno come ormai tradizione da piu' di un decennio a Campo Imperatore ci sara' la SPRING SESSION!!! Visto le…
    Leggi tutto...
  • AbruzzoVerticale & Climbook
    AbruzzoVerticale & Climbook Grazie alla collaborazione con il famoso sito CLIMBOOK, per gentile concessione del webmaster Mr.Alessandro Jolly Lamberti e del suo staff,da…
  • Nuove Vie a Fano Adriano
    Nuove Vie a Fano Adriano La falesia di Fano Adriano (TE) si sta arricchendo a vista d'occhio di nuove vie: oltre alle presenti si stanno…
  • El Cap: Barcollo ma... non mollo!!!
    El Cap: Barcollo ma... non mollo!!! 27 Ottobre 2013 - El Cap Presenta: barcollo ma...non mollo!!!Pre-iscrizione obbligatoria attraverso sito fasi, attraverso mail per gli amatori a…