AbruzzoVerticale

AbruzzoVerticale

Martedì, 12 Giugno 2018 16:53

Exit Poll - Fano Adriano (TE)

EXIT POLL é un multipich, tra le ultime opere nate nel nuovo settore a Fano Adriano; é articolato in 4 tiri piu' un raccordo di 4° per uscire dalla via nel caso si voglia tornare comodamente a piedi attraverso il sentiero nel bosco. Creata dal genio del male di Paolo de Laurentis, autore della stragrande maggioranza delle vie di entrambi i settori di Fano Adriano, con la collaborazione prima di Biagio Mengoli per i primi due tiri, poi di Gianluca Di Benedetto per gli altri due.

01

La via nasce nel primo bastione che si incontra sulla strada che, al momento chiusa, collega Fano Adriano ad Intermesoli, dopo poche centinaia di metri dallo sbarramento: si supera il muraglione e dopo pochi metri si nota il sentierino che si articola dalla strada alla base del settore. EXIT POLL e l'ultimo tiro a destra!!! La via e' interamente spittata, con soste inox con moschettone di discesa... e si consiglia di portare almeno 10 rinvii.

02

PRIMO TIRO - 6A: dalla base delle falesia portarsi all'estrema destra e seguire la linea con il cordone blu che va dapprima verso destra per poi tornare in un diedro che curva leggermete a sinistra fino alla sosta.

03

04

SECONDO TIRO - 6A+: Dalla sosta ci si sposta leggermente sulla destra per poi seguire la bellissima placca che sale verticale e poi riconverge sulla sinistra per salire dritti fino alla sosta con una bella dulfer in uscita.

05

TERZO TIRO - 6B: dalla sosta inizia un bellissimo traverso, il passo duro e' subito dopo le prime due protezioni con un bel bombe', poi la via continua sotto ad un tetto sempre in traverso verso destra, con movimenti belli e delicati, su una buona roccia arancione fino ad arrivare alla sosta proprio sopra ad un alberello.

06

 07

08

09

10

QUARTO TIRO - 6B+: con l'aumentare della bellezza aumentano anche un po le difficolta'; nell'ultimo tiro si incontrano dei passi bellissimi in placca ma molto delicati. Gia' in partenza ci aspetta un bombe' ben protetto che ci porta verso sinistra alla linea finale della via attraverso tacche e buchini, sempre su roccia ottima e con dei bei riposi tra le zone un po più delicate...

11

12

13

 14

RACCORDO FINALE: per chi non vuole cimentarsi con la discesa in doppia, dopo la sosta del quarto tiro guardando in alto a sinistra si notano gli spit d'uscita che, per facili roccette ci porta ad una comoda sosta su un masso, alla cui destra parte il sentiero di ritorno, che prima in salita porta alla sommita' della parete e poi inizia a perdere quota nel bosco; in pochi minuti si ritorna alla base del bastione. Il sentiero non e' segnato ma e' ben intuibile anche se in alcuni tratti le piogge ne hanno rovinato il percorso.

15

Per concludere, una bellissima via sulla classica roccia di Fano Adriano, data la giovane eta' in alcuni tratti si puo' incontrare un po di sporco che pero' non mette in dubbio la sicurezza e la bellezza dei quattro tiri...

16

 Buon divertimento!
Manuela & Vincenzo #AbruzzoVerticale

 

Lunedì, 04 Giugno 2018 19:42

Pietra Pizzuta - Sante Marie (AQ)

01

In una calda giornata di Giugno siamo andati a vedere la nuova falesia di Pietra Pizzuta a Sante Marie (AQ) fresca fresca di spittatura.
La Falesia,immersa in un bosco, e' ubicata a circa 1200mt esposta ad Est, prettamente estiva, va in ombra dopo mezzogiorno.

02

 Nata da un progetto di Toto Capassi, con la collaborazione del comune di Sante Marie, e' stata spittata da Gino Perini, Agostino Cittadini e da Matteo Cittadini (spero di non aver trascurato nessuno ndr).

03

 La falesia si raggiunge comodamente in circa 15/20 minuti attraverso un fresco sentiero immerso nel bosco di Pietra Pizzuta: la falesia é ben visibile gia' dalla strada fuori dall'abitato di Sante Marie. Basta cercare via delle Dolomiti e la falesia e' segnalata da un cartello stradale, girare all'incrocio che abbandona la provinciale e seguire la strada che da asfaltata diventa una carrereccia; dopo meno di un kilometro si vede sulla sinistra un cartello CAI che indica la falesia,proseguire fino ad uno slargo attrezzato e parcheggiare.

04

 Dopo una ventina di minuti di cammino seguendo i bolli CAI bianco/rossi si arriva sotto alla falesia principale.

05

 Le potenzialita' di questa falesia sono ancora alte perche' la parete si presenta molto alta e molto probabilmente e' ancora possibile sfruttare la parte superiore con dei bei secondi tiri...

0607

 Le vie del primo settore sono 10 e i gradi che vanno vanno dal 5b al 7b in questo primo settore, sono scritti sotto ad ogni tiro, tranne per le prime tre nel momento in cui sto scrivendo l'articolo.

0809

 La qualita' della roccia e' ottima, un bel calcare lavorato a buchi, tacche e fessure, data la giovane eta' della falesia su alcune vie si possono trovare sassi smossi e un po di sporco, e' consigliato l'uso del casco e molta attenzione soprattutto nei settori di colore giallo e nei primi metri delle vie.

10

 Consigliamo questa falesia nelle calde giornate estive quando, dopo mezzogiorno, la parete inizia ad andare in ombra  e la quota inizia a regalare un piacevole venticello rinfrescato dagli alberi del bosco sottostante. Sicuramente un ottimo lavoro degli apritori, vi consigliamo di fare una visita in questo bel posto...e non dimentichiamo che c'e' anche un altro settore da visitare con un bell' 8a per i big dell'arrampicata!!!

11

#AbruzzoVerticale

 

Venerdì, 16 Giugno 2017 17:29

Gole di Fara San Martino

In una calda giornata di metà Giugno, abbiamo deciso di fare un giro nella falesia delle Gole di Fara San Martino (Chieti) visto che era da tanto tempo che volevamo farlo ma non riuscivamo mai a scegliere la giornata adatta... "cotta e magnata" in mattinata abbiamo deciso di andare finalmente a scalare in questo posto!

20170613 120518

Arrivati al paese di Fara San Martino bisogna seguire le indicazioni per le famose Gole, anche se, sono ben visibili già prima di entrare nell'abitato; finita la strada asfaltata si prosegue su un percorso brecciato fino ad un ampio parcheggio dove si puo' comodamente lasciare l'auto e iniziare il breve avvicinamento alle pareti rocciose: sentiero CAI H1.

20170613 121111

La falesia inizia proprio a ridosso delle Gole e in poche centinaia di metri arriva poco oltre il monastero sepolto; si puo' suddividere la falesia in cinque settori che a seconda dell'orario e della stagione si possono trovare al sole o in ombra, ma anche nelle giornate estive non troppo calde e' possibile scalare nei settori che si trovano in ombra.

La roccia e' il caratteristico calcare Abruzzese,compatto con tacche, goccine, svasi e passaggi d'aderenza. Le vie sulla roccia "gialla" sono un po scivolose per via della qualita' della roccia stessa ma pursempre linee molto belle ed impegnative.

20170613 12572620170613 125802

A seguire la descrizione dei settori della falesia. 

SETTORE GOLE: lo troviamo appena si arriva nelle gole a venti metri circa dal parcheggio dove inizia il vero e proprio sentiero che attraversa le gole e porta a Monte Amaro

SETTORE MONASTERO: si trova ancora prima di uscire dalle gole subito dopo la caratteristica strettoia tra le rocce; questo settore ha le vie sia a destra che a sinistra

20170613 121246

20170613 125917

20170613 125955

Le oltre 100 vie sono molto belle partendo dalle linee semplici ma mai banali, fino ai tiri piu' duri... la potenzialita' di nuove vie é altissima vista la presenza di ottima roccia ancora vergine.

SETTORE MURETO: sempre lungo il sentiero, subito dopo il Monastero, si va per un po in salita in salita e subito sulla destra ci sono le prime vie, le altre le troviamo nella parte opposta vicino ad un recinto di pastori.

SETTORE PIZ DE SAN MARTINE: continuando sempre sullo stesso sentiero, a circa 200 metri dopo il settore MURETTO, sulla destra.

20170613 132901

20170613 140809

20170613 142415

SETTORE CHIETI: lo troviamo fuori dalle gole,a circa 100 metri dalla parte opposta del parcheggio verso Nord; subito dopo la staccionata che porta al sentiero verso le Gole e Monte Amaro si gira a destra risalendo una stradina brecciata per 30 metri fino ad arrivare sotto alle vie.

SETTORE CHIESETTA: si trova sopra la chiesetta dell' Uliveto risalendo per circa 50 metri.

20170613 142613

20170613 145712

WhatsApp Image 2017-06-13 at 21.57.1220170613 145757

Sicuramente una falesia da tornare a visitare per provare gli altri bei tiri che non siamo riusciti a fare a causa del sole battente...

Nella Home Page e' possibile visionare tutta la descrizione tecnica della falesia e scaricare la guida delle vie.

 

 

 

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT

Giovedì, 08 Giugno 2017 18:08

Falesia di Ovindoli - Valle D Arano

Siamo stati a visitare una delle ultime falesie nate in Abruzzo; alle pendici di Monte Magnola e' stata spittata una bella falesia di calcare con tanti stili di arrampicata... la parete rocciosa ci offre al momento 22 vie, ma ci sono potenzialità per altri bei tiri. Per la scheda completa della falesia visitate la sezione dedicata...

Ovindoli 01

Ovindoli 03Ovindoli 02

Grazie all'esposizione, alla quota di 1300 mt e alla posizione immersa in un bosco, é possibile scalare anche durante le calde giornate estive 

Ovindoli 04

Potremmo suddividere la falesia in due parti: una fascia di sinistra in ombra per tutta la mattinata dove ci sono parecchie vie di scaldo ottime anche per i corsi visto i gradi anche molto bassi... da non perdere la prima via a sinistra; un bel 6B+ protetto a regola d'arte!!! Ed una fascia di destra dove troviamo le vie piu' lunghe ed impegnative dove raccomando di stare un po attenti ai passaggi sulle cengette...

Ovindoli 05

Ovindoli 06

Ovindoli 07

A causa della giovane età la falesia ha ancora qualche zona un po sporca ma con il tempo e la frequentazione tutte le vie saranno sicuramente al top. 
Si consiglia di portare 14 rinvii soprattutto per le vie del settore di destra dove su alcune vie bisogna fare la manovra in catena.

Ovindoli 08

Ovindoli 09

Ovindoli 10

E' una falesia che vale sicuramente la pena di visitare, lo stile di scalata e' molto vario e il grip e' ottimo! La vicinanza dal parcheggio la rende molto comoda e ben segnalata! Proprio per la varieta' di stile consiglio di provare anche i quinti di scaldo che non sono pernulla banali.

 Ovindoli 11Ovindoli 12

Sicuramente torneremo a fare un altra visita alla falesia di Ovindoli!!! 

Ovindoli 13Ovindoli 14

Ovindoli 15Ovindoli 16

 Buona scalata e potete trovare tutte le info e la lista delle vie sulla sezione dedicata alle falesie abruzzesi sul menù.

WWW.ABRUZZOVERTICALE.IT

Martedì, 16 Maggio 2017 19:02

San Panfilo D'Ocre

Ai piedi del Monte Ocre, immersa in una natura incontaminata, si erge la piccola ma bellissima parete della falesia di San Panfilo D'Ocre

00

 Scoperta da Maurizio Felici nel verde dei prati abruzzesi, la falesia si presenta su un caratteristico fungo di calcare dove la scalata e' prettamente di tecnica e le linee non sono mai banali.

02
Manuela su Vegal 

 In una calda giornata di primavera abbiamo deciso di fare una visita a questa falesia che volevamo vedere gia' da tanto tempo, ma ci spaventava un po la media di difficolta' dei gradi delle vie... si parte da un 5c di scaldo per arrivare, in 14 vie fino all 8a

03

 04
Manuela su M.R.

05
Manuela su M.R.

L'arrampicata é sempre di tecnica con passaggi d'aderenza sul fantastico calcare grigio e rosso su tacche e prese svase; già durante il riscaldamento si capisce qual'e' la musica in questa falesia.

06
Manuela su Metamorfosi

07
Manuela su Metamorfosi

Il settore e' unico ma ha varie esposizioni e si puo' scalare sia al sole che in ombra nelle giornate calde a seconda dell'orario  

08
Manuela su Metamorfosi

09
Manuela su J.Evola

09a10

Metamorfosi + J.Evola

1112
"Tantra" 

13
Sul passaggio chiave di Tantra

Immersi nel verde piu' assoluto non e' difficile fare incontri con gli abitanti del luogo che curiosi vengono a guardare cosa combinano questi strani umani nel loro mondo

14

 Un innocuo Cervone viene a farci visita per poi sparire in tutta tranquillità 

16

Sicuramente questa piccola falesia merita più di una visita per provare tutti i tiri duri che offre la roccia!!!

 

 

 

 

Pagina 1 di 17